Torna all'elenco

News

I Carnevali piú belli d'Italia

mercoledì  19 gennaio 2011

Tra folclore popolare, antiche tradizioni e attualita', si ripete anche quest'anno il rito piú divertente dell'anno. Quali non perdersi.

I carnevali sono le moderne rielaborazioni di riti antichissimi, legati alla cultura agricola e ai riti pagani propiziatori per la fine dell'inverno: rappresentano la gioia per il ritorno alla vita. Molti riti comprendono anche simbolici roghi a pupazzi che incarnano l'inverno, tra l'entusiasmo della popolazione.

Uno di questi è proprio La Scasada del Zeneru, ad Ardesio (BG)  che ogni anno si ripete sempre l’ultimo giorno di gennaio. Non proprio un moderno carnevale (con maschere e carri), quanto una vera e propria festa di fine inverno. Tuttavia l’entusiasmo generale di tutta la popolazione, il chiasso, la musica ecc coinvolgono in un evento unico e divertente.

Altra folcloristica manifestazione carnevalesca in cui il fuoco é protagonista é La Notte delle Lanterne di Sauris (UD). Anche questo un rito chiramente legato alle tradizioni agricole (di origine pre-cristiana) che vuole simbolicamente scacciare l'inverno e festeggiare con allegria, musica e buona tavola, la nuova stagione in arrivo.

Un po piú vicini ai canoni attuali ma ancora carichi di tradizione antica, sono i carnevali di montagna, in particolare vogliamo segnalarvi il Carnevale Ladino dell'Alta Val di Fassa e il Carnavals de Montagne di Aosta: coloratissimi, pittoreschi e allegrissimi... mantengono il loro sapore folcloristico ma riescono ad esprimere una freschezza ed una genuita' straordinari. Ogni contrada porta con se' il suo bagaglio di maschere tradizionali a cui sono legate fiabe e leggende che vengono tramandate ancora di nonna in nipotino

carnevale 1.jpg


Rientra nella categoria dei carnevali "di maschere" anche il piú elegante carnevale d'Italia: il Carnevale di Venezia. Un evento che non ha bisogno di tante presentazioni. Antichissimo e preziosissimo, si hanno ricordi delle festività del Carnevale a Venezia fin dal 1094, sotto il dogato di Vitale Falier, in un documento che parla dei divertimenti pubblici nei giorni che precedevano la Quaresima.

Restando in tema di eleganza e raffinatezza, impossibile non citare il Carnevale di Sanremo (IM) con i suoi spettacolari carri completamente ricoperti di fiori. Un lavoro impressionante per mole, eppure questi carri sono delle vere opere d'artiginato e di maestria. Basti pesansare che il lavoro di infioramento viene realizzato in una sola notte! Tradizionalmente, il Carnevale di Sanremo é il primo di tutta la Penisola, cascando sempre l'ultima Domenica di Gennaio. Tuttavia, per quest'edizione, la tradizione é stata interrotta spostanto la manifestazione al 27 Marzo.

Mentre quello che per tradizione era il primo carnevale della Penisola ha cambiato date, quello che storicamente é sempre stato l'ultimo (e in questo é rinchiusa parte della sua eccezionalitá) non ha cambiato nulla. Stiamo parlando del Carnevale Ambrosiano, il carnevale di Milano, un'altro straordinario evento che dura un'intera settimana.

Con una rapidissima volata scendiamo fino in Campania per citare anche il Carnevale di Montemarano (AV) e la sua Tarantella montemaranese. Partecipano gruppi di ballerini tradizonali che si cimenteranno, durante la sfilata,  nella più sentita, praticata e complessa tarantella oggi esistente.

Image112.jpg

Altra bellissima manifestazione tradizionale è anche il carnevale di Oristano, che si traduce in Sa Sartiglia. Nata come dimostrazione di abilità militare, questa giostra si vuole introdotta in Europa dai Crociati adirittura durante il Medioevo. Oggi è una bellissima gara in cui cavalli e  cavalieri si fronteggiano in abiti tradizionali, per dimostrare la propria abilità.

Restando in tema, il carnevale romano si conferma da secoli come una  manifestazione tradizional-popolare antichissima, in cui rivive e si rispecchia  il forte legame che da sempre unisce il popolo laziale ai cavalli.

Il primato di carnevale piú antico d'Italia spetta di pieno diritto a quello di Fano (PU) le cui prime tracce scritte risalgono al 1347. La tradizione, tuttavia, lo fa rilarise ancora piú indietro: agli antichi Saturnali latini, agli albori della civiltá italica.

Parlando sempre di tradizioni popolari, un capitolo speciale và dedicato  al Carnevale di Ivrea (TO) e la sua famosa Battaglia delle Arance. In questo carnevale non mancano le classiche sfilate di carri, ma il vero cuore dell'attrazione di Ivrea é sicuramente nella spettacolaritá della Battaglia delle Arance e nei pittoreschi costumi che devono indossare i partecipanti alla guerriglia

Per i quanto riguarda i carri, il primato se lo contendono sicuramente il Carnevale di Viareggio (LU) e di Cento (FE): due dei carnevali piú famosi e fastosi. Musica, colori, profumi ma soprattutto i carri: veri e proprio capolavori dell'artigianato locale. Soprattutto Viareggio, vanta la tradizione di schernire sempre gli eventi dell'attualita e della politica dell'anno passato, esoricazzando cosí paure e problemi sociali. Un po come bruciare il feticcio dell'inverno...


carnevale 2.jpg


Altri bellissimi carnevali che si distinguono per i loro carri complessi e festosi sono quello di Acireale (CT), di Sciacca (AG), di Putignano (BA), di Acquapendente, di Ulassai e di Foiano della Chiana


Sperando di essere stati d'aiuto, auguriamo a tutti Buon Divertimento.


Janhara.com


Vedi anche SPECIALE S. VALENTINO 2011