Torna all'elenco

News

Il campeggio del futuro

lunedì  14 marzo 2011

La naturalità e la comodità uniti in nuove proposte tecnologiche per il camping alternativo del prossimo decennio.

Sembra proprio il nuovo trend per il campeggio del futuro: una soluzione che incarni sia il rispetto per la natura e il desiderio di naturalità, senza rinunciare e nessun confort. Per esempio, il sistema BubbleTree, promette la massima trasparenza... letteralmente.
Progettato da Pierre Stephane Dumas, BubbleTree offre l'incredibile possibilità di allestire un vero e proprio salotto in mezzo ad un bosco, o in un spiagga piuttosto che in prato verde all'interno di una grande bolla trasparente. Una pelle in pvc che garanisce la massima protezione ed isolamento, allestibile in ogni dove, indipendente ed ad impatto zero grazie a riscaldamento o condizionamento tramite energia solare.
Il sistema promette di ammirare l'alba o il tramonto, piuttosto che la volta stellata, ascoltare tutti i fruscii e canti della natura comodamente accocolatati sotto le coperte in un vero letto.
Un bolla trasparente completamente arredata con oggeti di desing e di tendenza.

interieursascbb2.jpg

Forse i puristi del campeggio storceranno il naso, ma non vi è ombra di dubbio che questa tipologia di case mobili rivoluzionerà il concetto stesso di camping.
Della stessa filosofia anche Glamping, offre delle innovatissime case mobili, sempre ad impatto zero e totalmente indipendente, arrivando a realizzare i camping più lussuosi d'Europa: ad Alicante, con meravigliose tende da beduini e ad in Inghilterra, in una forsta, con cupole semiaperte.

Il fututo del plein air è sempre più ecologico e tecnologico, sempre più confortevole e sempre più oggetto di desing e di tendenza.


Janhara.com