Arquà Petrarca    Famoso per essere stato residenza del Sommo Poeta, oggi è il secondo fra soli 20 borghi più belli d'Italia
, 35032 - Arquà Petrarca (PD) Coordinate: 45,269978 - 11,716719 GMS:45° 16' 11,921'' - 11° 43' 0,188''
Famoso per essere stato residenza del Sommo Poeta, oggi è il secondo fra soli 20 borghi più belli d'Italia
Borgo antico, città murata raggiungibile solo a piedi/zona pedonale collina

Piccolo ed antico borgo di nemmeno 2.000 abitanti, incastonato nel parco dei Colli Euganei ai piedi del Monte Piccolo e del Monte Ventolone.

Sono stati ritrovati reperti a prova d'insediamenti umani nella zona, almeno dall'età del bronzo. Non ha mai smesso di essere una località vitale per l'area dei colli Euganei durante il periodo di dominazione romana e in tutto il medioevo. Infatti, intorno all'anno mille, il villaggio originario conobbe un notevole sviluppo urbanistico, dando luogo a due borghi (uno di sotto e uno di sopra) rispettivamente attorno alle chiese di Santa Maria e della Trinità.

La maggiore notorietà del borgo è dovuta alla presenza del sommo poeta Francesco Petrarca, che vi si traferì dal 1369 fino alla sua morte (solo cinque anni dopo) e che qui fu sepolto.

Durante l'epoca della Repubblica Veneziana, la cittadina crebbe ancora e conobbe nuova prosperità. Grazie a nobili e arricchite famiglie, vennero edificate ville, chiese e monumenti che abbelliscono ancor oggi il borgo.


Casa del Petrarca: la tappa più importante di ogni visita ad Arquà Petrarca. Edificio originario del duecento, fu restaurato dallo stesso Petrarca intorno al 1369, quando gli fu donata dal Signore di Padova. Venne donato al comune di Padova nel 1875 e divenne un museo visitabile. Attualmente sono ancora conservati, lo studiolo in cui morì il poeta, con sedia e libreria (pare) originarie. Da ricordare, inoltre, la nicchia in cui è custodita la mummia della gatta che si dice fosse appartenuta al Poeta.
Si trova in via Valleselle 4 dalle ore 9.00 alle 12.30 e dalle 15.00 alle 19.00 da marzo ad ottobre, mentre dalle 9.00 alle 12.30 e dalle 14.30 alle 17.30 da novembre a febbraio (l’ingresso è consentito fino a mezz’ora prima della chiusura).
CHIUSO tutti i lunedì non festivi, Natale, Santo Stefano, Capodanno, 1 maggio. BIGLIETTI intero € 4,00, ridotto € 2,00.

Oratorio SS e Loggia dei Vicari: Chiesa molto cara al Petrarca, poiché vi era solito recarsi a pregar, venne restaurata e modificata più volte nei secoli. Dell’Oratorio si hanno notizie certe a partire dal 1181, anche se sicuramente preesisteva. Anche questo edificio venne più volte ingrandito e modificato. In particolare nel trecento subì dei lavori importnati e fu affrescato, dell’epoca sono le tracce raffiguranti alcune Madonne e un piede di San Cristoforo, e nel quattrocento fu poi aggiunta l’abside.


Eventi:
- Per le vie del borgo: ogni seconda domenica del mese, mercato di hobbismo e antiquariato.
- Festa della SS Trinità: secondo fien settimana di Giugno, 3 gironi di folklore popolare in Piazza Petrarca con concerti e spettacoli
- Lavanda e dintorni: la prima domenica di settembre, un occasione d'incontro con esperti della coltivazione e acquistare direttamente.
- Festa delle Giuggiole: le prime due domeniche di ottobre, per celebrare il prodotto principe del territorio di Arquà
- Festa dell'olio nuovo: la seconda domenica di novembre

Enogastronomia:
- Giuggiole
- Vino Colli Euganei DOC
- Olio Extra Vergine di Oliva

Nei dintorni:


Aree attrezzate sosta camper:
- Parking accessibile ai camper, a poche centinaia di metri dal centro storico e dai primi negozi e attività commerciali.
Ultimo Aggiornamento: 14/04/2018