Castello della Regina Cornaro    Il Castello di Asolo, noto anche come "Palazzo Pretorio" o "Castello della Regina Cornaro", ad oggi Teatro Eleonora Duse.
Piazzetta Eleonora Duse, 31011 - Asolo (TV) Coordinate: 45,8018756 - 11,9128351 GMS:45° 48' 6,752'' - 11° 54' 46,206''
0039 0423 952313
Ufficio Cultura
Il Castello di Asolo, noto anche come "Palazzo Pretorio" o "Castello della Regina Cornaro",
ad oggi Teatro  Eleonora Duse.
Castello Teatro

"Il castello si trova in centro paese, nei pressi della Piazzetta Eleonora Duse". 
Di origine medioevale, ne rimane soltanto la torre dell'orologio, la torre mozza, la sala delle udienze ed alcune parti delle mura. 
Fu la reggia di Caterina Cornaro,figlia del veneziano Marco Cornaro e di Fiorenza Crispo, apparteneva a una delle famiglie più ricche ed influenti della Serenissima, i Corner; oggi contiene il teatro Eleonora Duse. 

Cenni storici...Il Castello di Asolo è noto anche come Castello di Caterina Cornaro, e si trova nel cuore del centro cittadino  centro cittadino.
Si ipotizza la sua fondazione nel X secolo quando, nel  969 si decretò la fine della diocesi di Asolo, e alla fine del XIV secolo venne inglobato assieme alla Rocca nel circuito delle mura cittadine.
Nel 1489 divenne la dimora di Caterina Cornaro; ma non appena la Regina morì il corpo di fabbrica subì diverse modifiche e interventi di restauro e divenne per un certo periodo luogo carcerario di alcune sue parti.
In particolare, prima dell’anno 1830 vennero demolite: la merlatura, alcune parti dei muraglioni di cinta, la chiesetta di San Biagio che si trovava all’interno della residenza. Vennero inoltre abbassate le due torri mentre la maestosa torre campanaria è rimasta in ogni sua parte integra.
A testimonianza di quel periodo vi è l’affresco della Madonna con il bambino, realizzato da Dario da Treviso (1459), conservato all’interno del Museo civico.
Durante il suo dominio, Napoleone Bonaparte fece adibire la struttura a fortilizio, mentre durante la prima Guerra mondiale il piano terra della Torre campanaria fu utilizzata come prigione militare;
Dipoi, nell’anno 1798, la Grande Sala del Consiglio fù adibita a teatro cittadino.
APERTURA: area all’aperto sempre visitabile; Torre Civica: sabato, domenica e festivi 10.00-19.00; mentre per le visite interne vi invitiamo a contattare la struttura.



Ultimo Aggiornamento: 02/10/2020